Orto organico ai Castelli Romani

Giornata mondiale delle api. Proteggiamole: la nostra vita dipende da loro!

Salvate le api!

Il 20 maggio è la “Giornata Mondiale delle Api”, proclamata nel 2018 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, su iniziativa della Repubblica Slovena e con il sostegno e il voto favorevole dell’Italia. La data è stata scelta poiché coincide con il giorno in cui nacque Anton Janša, che nel XVIII secolo fu un pioniere delle tecniche di apicoltura moderne nel suo paese natale, la Slovenia.
Categorie: ,

Descrizione

Il 76% del cibo che mangiamo è il frutto del loro lavoro di impollinazione

Il 20 maggio è la  “Giornata Mondiale delle Api”,  proclamata nel 2018 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, su  iniziativa della Repubblica Slovena e con il sostegno e il voto favorevole dell’Italia. La data è stata scelta poiché coincide con il giorno in cui nacque Anton Janša, che nel XVIII secolo fu un pioniere delle tecniche di apicoltura moderne nel suo paese natale, la Slovenia.

Le api hanno un ruolo essenziale per l’intera umanità, in quanto danno un fondamentale contributo al mantenimento della biodiversità e si stima che il 76% del cibo che mangiamo è il frutto del loro lavoro di impollinazione. Ogni volta che mangiamo una fragola, una patata, una mela, un pezzetto di cioccolata o che beviamo un caffè o una spremuta dovremmo ringraziare le api. Ma questo prezioso impollinatore sta scomparendo a causa dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento, dell’uso intensivo di fitofarmaci per l’agricoltura e delle malattie.

Ecco perché è importantissimo far conoscere di più la vita delle api, il loro ruolo nel preservare la biodiversità ed è necessario che non solo gli agricoltori ma tutti i cittadini del pianeta si attivino per aiutarle spargendo semi di fiori utili alla produzione di nettare e polline, le matrici alimentari che sono alla base della più grande e preziosa simbiosi naturale che rende vitale il mondo in cui viviamo.

Salvate le api!
La Commissione Europea ha deciso di registrare un’iniziativa dei cittadini europei intitolata “Salvate le api! Protezione della biodiversità e miglioramento degli habitat per gli insetti in Europa”. Gli organizzatori richiedono di rendere la promozione della biodiversità un obiettivo generale della politica agricola comune, ridurre drasticamente l’uso di pesticidi, promuovere la diversità strutturale nei paesaggi agricoli e tagliare l’uso dei fertilizzanti nelle aree Natura 2000.

Dal prossimo 27 maggio scatta la raccolta firme: gli organizzatori hanno tempo un anno per raccogliere un milione di dichiarazioni di sostegno, da almeno sette diversi Stati membri. Se il risultato sarà raggiunto, la Commissione dovrà reagire entro 3 mesi, decidendo di dare seguito alla richiesta o meno,con parere motivato.
(Estratto da articolo RAI NEWS: vai all’articolo completo)
  

Chiedi al Governo Italiano e alla Commissione Europea la messa al bando dei pesticidi pericolosi per le api. FIRMA LA PETIZIONE sul sito di Greenpeace: www.salviamoleapi.org

 

Ti potrebbe interessare…